• Italiano
  • English
  • Español
  • Français
  • Le ultime dal blog

    pad printing cliché

    I fotoespositori o bromografi

     

    Riceviamo e volentieri pubblichiamo una richiesta di precisazione sugli argomenti già trattati il mese scorso.

    “Buongiorno,

    ho visto che esistono sul mercato diversi tipi di apparecchiature per la produzione di cliché in fotopolimero. In particolare, fotoespositori manuali e macchine più complesse. Ma qual è la differenza, e che cosa comporta la scelta di uno piuttosto che l’altro?”

    Come abbiamo visto nell’articolo precedente, la realizzazione di cliché in fotopolimero/nylon comprende principalmente tre fasi: esposizione della lastra alle lampade UV con pellicola e successivamente con retino, immersione della stessa in alcool e rimozione della parte necessaria per realizzare l’incisione, essiccazione in forno/esposizione ai raggi UV.

    Con i cosiddetti fotoespositori manuali si può svolgere la prima parte del processo, l’esposizione ai raggi UV con pellicola e retino. Poi si può immergere la lastra in una vaschetta con alcool e con una spazzola rimuovere manualmente lo strato che copre l’incisione, con movimenti regolari e precisi. Generalmente, questi accessori sono forniti in un kit insieme con la macchina. Infine si mette la lastra in un forno e poi di nuovo sotto gli UV, ottenendo così il cliché finito in modo facile ed economico.

    Esistono poi bromografi completi che permettono di svolgere tutte e tre le operazioni con una sola macchina, che comprende camera di esposizione ai raggi UV, vasca di sviluppo ad alcool con spazzole e piano magnetico rotante, per l’incisione, e forno per l’essiccazione finale.

    La scelta di un metodo o l’altro dipende dalla mole di lavoro dell’azienda, dall’esperienza e dalla manualità dell’operatore che deve produrre il cliché, dal tempo a nostra disposizione. In generale possiamo dire che per le esigenze di una piccola impresa artigianale un fotoespositore manuale può essere sufficiente, se invece abbiamo necessità di una produzione più ampia di cliché è opportuno orientarci su una macchina che ci permetta di svolgere tutte le operazioni del processo in modo più semplice, veloce e pulito.

    Comec Italia dispone di una gamma di apparecchiature sia manuali (bromografi serie BR M) che complete di tutti gli accessori (bromografi serie BR SV), nonché di tutti i prodotti di consumo (lastre, inchiostri eccetera). Inoltre, è attivo un reparto di incisione interno in grado di realizzare in tempi brevi per i propri clienti qualsiasi tipo di cliché.